Impatto sociale e Talking Hands: parla Rita Antoniozzi dell’I.S.I.S.S. Magarotto di Roma

Video Talking Hands

Dedichiamo questo articolo ad un argomento molto importante per noi Limix: l'impatto sociale che Talking Hands potrà donare alle persone sorde, per la vita di tutti i giorni, sia in ambito sociale che lavorativo.
Per l'occasione, abbiamo avuto l'onore di parlarne e discuterne con  Rita Antoniozzi, docente specializzata all'ISISS Magarotto (Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi) della sede di Roma.
Questo è il testo redatto dalla dotoressa Antoniozzi per Limix.

"Talking Hands aiuterà le persone sorde ad uscire dal silenzio, permettendo loro una prima forma di comunicazione anche con chi non conosce la LISSappiamo che la sordità è un fenomeno composito e bisogna conoscerne tutte le implicazioni se si vuole interagire in modo significativo con questo "universo".

Talking Hands dimostra come l'attenzione degli udenti verso le problematiche di questa minoranza possa rappresentare una risorsa importante e irrinunciabile per promuoverne una possibile emancipazione. La sua diffusione e la condivisione dei progetti innovativi ad esso collegati favoriranno anche il raggiungimento di quell'autonomia che è prerogativa essenziale per la realizzazione di una piena integrazione sociale e professionale."

 

GUARDA COME FUNZIONA TALKING HANDS!

"Talking Hands migliorerà le interazioni comunicative anche in ambito didattico.

Se nel bambino udente si registra un certa rapidità nello sviluppo del linguaggio, dal momento  che si trova ad essere esposto non solo al linguaggio a lui direttamente rivolto, ma anche a quello che gli adulti usano fra loro, per il bambino sordo la situazione è più complessa, soprattutto se il bambino si trova a nascere in una famiglia di persone udenti.  Bambini e adolescenti sordi potranno esprimere liberamente pensieri ed emozioni per diventare parte attiva di quel processo continuo di apprendimento che è cardine della crescita personale di ciascun individuo. Gli alunni sordi, sentendosi compresi e valorizzati, conquisteranno una maggiore serenità e fiducia in se stessi.

Grazie al prezioso contributo di questi due ricercatori, che non si sono mai stancati di sperimentare, le barriere dei fraintendimenti potranno essere superate. L'intelligenza del cuore al servizio degli altri."

Impatto sociale e Talking Hands: parla Rita Antoniozzi dell’I.S.I.S.S. Magarotto di Roma
Sharing is caring
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •